Colite spastica, nota come sindrome del colon irritabile o infiammato. Risolvili con la Bioenergetica Quantistica e la Nutripuntura

"Dolori lancinanti al basso ventre, incapacità di rimanere seduti comodamente sulla sedia per il dolore provocato durante il pranzo o la cena, meteorismo tutto il giorno e anche la notte, oltre ad altri dolori pungenti nell'intestino, sono solo alcuni disturbi che tale patologia può provocare a chi ne soffre".


Queste alcune testimonianze dei disagi e della situazione insostenibile alla quale alcuni dei nostri clienti hanno voluto porre rimedio definitivamente.

Le testimonianze.

 

L'infiammazione all'intestino trattata naturalmente con la bioenergetica quantistica e il supporto della Nutripuntura

Se è vero che l’autunno con i suoi colori e profumi ci regala una sensazione di calma e benessere, è vero anche che per molti, che vivono questa stagione come un passaggio, autunno è sinonimo di perdita di vitalità. Spesso l’autunno e i primi freddi sono causa di problemi respiratori, disturbi del tratto intestinale, gonfiori, tensione e dolori addominali molte volte associati a nausea, cefalea, stanchezza, mal di schiena e alterazioni dell'attività intestinale anche molto debilitanti. Non sempre è presente una vera e propria infiammazione del colon. Le cause della colite sono molteplici: stress, disturbi d’ansia, infezioni batteriche, virali o da parassiti.
Chi soffre di colite oggi può ottenere grandi benefici dal Check up di biorisonanza quantistica e riequilibrio energetico che può essere associato alla nutripuntura.

Disturbi stagionali

Per chi soffre di "Colite spastica", meglio nota come “sindrome dell’intestino infiammato” o “colon irritabile”, il cambio di stagione, specialmente l’autunno, è il momento più delicato: cambia l’alimentazione, cambia il tempo, aumentano emozioni e preoccupazioni che possono essere motivo del riacutizzarsi del fastidio.
Dobbiamo tenere ben presente che l’intestino è il nostro secondo cervello, un ″cervello″ che lavora in stretta connessione con le strutture che regolano la risposta allo stress, non a caso, tra le cause scatenanti della colite, lo stress psicofisico è ai primi posti. E’ facile infatti che in questa fase di passaggio e di adattamento per l’organismo, che si deve riabituare a giornate più corte e a temperatura diverse, tensioni e stress tendano a farsi sentire di più, provocando degli scompensi anche a livello somatico.

Durante la stagione fredda si tende a diminuire l’attività fisica, a mangiare cibi più pesanti e calorici e a passare più tempo in ambienti chiusi, abitudini che favoriscono l’accumulo di tossine e acidità, appesantendo il fegato. Con l’arrivo della primavera poi si riacutizzano preesistenti gastriti, coliti e allergie dal momento che il corpo tende ad alleggerirsi, disintossicarsi, ossigenarsi. Si tratta però di un ciclo che può essere riequilibrato.

Colite: sintomi e cause

Tra i sintomi, molto vari, del colon irritabile prevalgono i problemi addominali come meteorismo, gonfiore, flatulenza, crampi o spasmi muscolari, alterazione della consistenza delle feci, che vanno dalla stipsi ostinata alla diarrea (che si può alternare alla stitichezza o diventare cronica), ma sono frequenti anche mal di testa, cefalee, e difficoltà nella concentrazione e nello svolgimento delle normali attività quotidiane che rendendo la vita per molte persone invalidante.

Nonostante non siano ancora del tutto chiare le cause che portano alla colite, risultati di molte ricerche scientifiche evidenziano una correlazione diretta tra la malattia e condizioni di stress psicologico. E’ stato dimostrato che stati emotivi disfunzionali come ansia e agitazione agiscono più facilmente in un contesto di sedentarietà, alimentazione povera di fibre e intolleranze alimentari. Secondo la teoria più diffusa, chi soffre di colite ha un intestino sensibile che reagisce allo stress e a determinati alimenti, ma potrebbe essere coinvolto anche il sistema immunitario. Molto spesso chi soffre di problemi al colon ha cattive abitudini alimentari: pasti troppo veloci, alimentazione squilibrata, eccessivo consumo di grassi e cibi raffinati, ecc. In altri casi i disturbi potrebbero essere causati da un'infezione batterica dell'apparato digerente, o da candida, ma l'elemento più evidente e comune di chi ne soffre è lo stress psicologico, spesso accompagnato da ansia e agitazione.

L’importanza della flora intestinale

L’essere umano vive in perfetta simbiosi con il suo ambiente esterno e interno. La vita fluisce fisiologicamente se questi sottili equilibri dinamici sono mantenuti, a vantaggio di tutto l'ecosistema, di cui anche noi facciamo parte e da cui strettamente dipendiamo. La salute è permessa da una corretta eubiosi a livello gastroenterico che si forma, si assesta e si adatta, nel corso della vita. Quando questi rapporti si alterano, si crea una disbiosi ovvero un’alterazione della composizione della flora batterica a livello intestinale che può portare a importanti squilibri funzionali dell'organismo e causare, nel tempo, malattie cronico-degenerative. L'impatto del disordine della flora intestinale è particolarmente evidente a livello immunitario e può quindi minare le difese del nostro organismo nel suo complesso, sia a livello intestinale che epatico, cutaneo e neurologico. Numerosi fattori influenzano la proliferazione di una buona flora intestinale o di una che porterà inevitabilmente ad una patologia se non sarà portata in equilibrio.

Un altro punto di vista

Con il trasporto, l'evacuazione e l'espulsione, l’apparato gastrointestinale provvede all'eliminazione degli scarti e delle tossine contenute nel corpo. Il colon espelle ciò che non ci serve più e che ci opprime impedendoci di assorbire le cose nuove. Se la sua funzione e disturbata, nell'organismo rimangono sostanze tossiche che possono dare origine a malattie croniche e lo stesso punto di vista vale anche per l'ambito psichico. In caso di separazioni dolorose e traumatiche, il meridiano del colon riequilibrato può aiutare a superare il dispiacere, viceversa, sarebbe opportuno controllare la funzione del colon se si fa molta fatica a separarsi non solo dalle persone ma anche dalle cose, e si hanno sempre problemi a lasciar andare. Secondo la medicina tradizionale cinese MTC, il concetto di organo relativo al colon comprende, oltre all'apparato digerente, anche tutte le altre mucose, fra cui naso e seni paranasali. Oltre a quella di espellere l’intestino ha anche la funzione di proteggere, in quanto forma una barriera contro gli agenti patogeni climatici, i batteri e i virus.

Meridiani del colon in squilibrio

Quando è presente un deficit del Qi ovvero secondo l’MTC dell’energia vitale, c'è nell’organismo una tendenza al ristagno e alla stipsi, che porta a crampi, meteorismo, infiammazioni ed emorroidi. Se l'intestino è bloccato, anche i processi mentali rallentano. La pelle e i muscoli di chi si è costruito tutt'intorno una corazza protettiva sono rigidi, tesi e contratti, sintomi che livello emozionale si manifestano con amarezza, delusioni e mancanza di coraggio necessario per cambiare le cose. Le conseguenze possono essere asma, disturbi mestruali, mal di schiena, contratture e perfino irrigidimento alle cervicali, dal momento che se l’energia non può essere espulsa sale sempre più in alto fino alle zona del collo, provocando in alcuni casi anche alitosi, naso chiuso, tonsilliti e mal di denti.

Come risalire all’origine di un disturbo

Molte persone soffrono di colon irritabile non rilevati (e non rilevabili) dai normali esami diagnostici, si tratta di disturbi liquidati come “psicosomatici”che pur danneggiando in modo anche serio la qualità della vita di chi ne soffre, non vengono inquadrati e non trovano soluzione con alcun tipo di terapia classica. Oggi per tutti questi tipi di problemi esiste una soluzione: la causa può essere compresa attraverso strumentazioni di bioenergetica quantistica energetica capaci di cogliere impercettibili squilibri dell’organismo e portarli alla regolazione, sia che si tratti di stress, o di carenze alimentari, intolleranze, ecc.
La bioenergetica, lungi dal sostituirsi alla medicina naturale classica, ne è un’integrazione.

Le soluzioni più efficaci e durature

Il Check Up Quantistico di Biorisonanza e di Biofeedback permette di scoprire nel dettaglio le cause dei vari squilibri energetici che causano i disturbi come:

  • Intolleranze alimentari, allergie;
  • Squilibri del sistema nervoso;
  • Problemi nutrizionali;
  • Deficienze vitaminiche e minerali;
  • Virus, batteri, funghi e parassiti;
  • Disturbi emotivi, stress, ansia e traumi
  • Stato degli organi;
  • Fattori ambientali e inquinamento;
  • Tossicità e molto altro.

In che modo interviene l'apparecchiatura

Individuato ove è presente lo squilibrio energetico e quale ne sia la causa, è possibile impostare il riequilibrio energetico di biorisonanza più adeguato, andando a lavorare sui meridiani e le correnti vitali per riequilibrare la situazione emersa.
La valutazione energetica viene così modulata e personalizzata in un programma che tiene conto del disequilibrio energetico della persona. Risultati importanti si ottengono in tutti quei casi in cui, in assenza di patologia, con esami perfetti, i disturbi persistono.

Scopri di più sul Check up: Check Up Quantistico Completo

Bioritmi e Nutripuntura (l'agopuntura senza aghi)

Perchè non approfittare del ciclo delle stagioni per rafforzare la propria vitalità? Ogni persona ha le proprie debolezze, costituzionali o acquisite. Queste determinano il suo comportamento la sua dinamica psicosomatica e rappresentano il “terreno” sul quale possono apparire dei disturbi. Questo terreno è in continuo movimento, si modifica in funzione degli stimoli esterni: i cambiamenti climatici, legati al susseguirsi delle stagioni, rappresentano uno stimolo maggiore al quale l'organismo deve adattarsi facendo appello alle sue risorse, al suo livello di vitalità. Molte persone hanno scelto questo metodo per sostenere la propria energia ed evitare i disturbi stagionali che si presentano regolarmente, e in maniera un po' più intensa, ogni anno. Per approfondire: Nutripuntura, l'agopuntura senza aghi.

Informazioni e contatti

Per maggiori informazioni e/o per prenotare il tuo Check up quantistico contattaci via email oppure ai numeri: 049.8910706 (Segreteria) • Mobile: 335.6745856 (Luigina Bernardi).
Gli orari della segreteria sono: lunedì – venerdì ore 9:30 – 12:30, 14:30 – 19:00; sabato ore 9:00 – 17:00. Saremo lieti di aiutarti.
L’Operatore olistico in bioenergetica che esegue il check up, con una esperienza di quasi 20 anni in questo settore, è Luigina Bernardi ed è una professionista ad indirizzo energetico iscritta alla Siaf n° V1785P-OP disciplinata dalla legge 4/2013.

Bibliografia e altre fonti
  • L'orologio degli organi dalla medicina tradizionale cinese, Li Wu, Macroedizioni;
  • Medicina energetica, James Oschman, Macroedizioni
Altri articoli che potrebbero interessarti

 

Nota bene:
La biorisonanza energetica quantistica non si sostituisce alla medicina convenzionale.

Le informazioni qui riportate sono solo a titolo informativo, non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social con i tuoi amici