Contrasta virus e coronavirus rinforzando le difese immunitarie con il Check up energetico restando a casa

Oggi più che mai la cosa più importante per sconfiggere virus e batteri è un sistema immunitario efficiente e la bioenergetica quantistica può darti un aiuto importante. Il grande vantaggio della quantistica è la possibilità di fare un Check up quantistico completo a distanza, in diretta, dovunque tu sia, comodamente da casa tua, proprio come fossi in studio. Collegandoti in videochiamata puoi assistere a quanto emerge dal test e approfondire i risultati insieme al professionista di bioenergetica e medicina quantistica. In questo momento così delicato, in cui la distanza è d'obbligo per salvaguardare il proprio benessere e quello altrui, il check up a distanza è un’opportunità eccezionale. Il protocollo più importante in questo momento riguarda il trattamento di riequilibrio e il rafforzamento del sistema immunitario ed energetico in modo da difendersi da un eventuale contagio del virus, tuttavia il Check up completo è utile anche per affrontare meglio il cambio di stagione, le allergie, l'ansia e la paura.

COVID-19: ridurre il rischio di contagio

In questo grave momento in cui il coronavirus si sta diffondendo molto velocemente, l'unica alternativa che abbiamo è rallentare la sua trasmissione il più possibile, in modo da poter salvare più vite possibili, la tua, la mia e quella di tutti i nostri cari!

Se tutti noi rispettiamo le regole emesse dal Ministero della Salute e restiamo a casa avendo cura di tenere il minor numero di contatti possibili con gli altri, insieme, tutti insieme, riusciremo ad arginare questo disastro.

La sanità, tutti gli operatori che sono in prima linea, ci stanno chiedendo di seguire poche e semplici regole per sostenerli, eppure molti non stanno rispettando le direttive, inconsapevoli di far un grande danno a loro stessi e specialmente ai soggetti più fragili: anziani, nonni, persone già affette da altre patologie con un sistema immunitario già debole.

Da giorni il Ministero della Salute parla di emergenza in terapia intensiva. Ogni giorno guardiamo impotenti il bollettino di guerra dei contagiati in continuo aumento e di chi, purtroppo, non ce l'ha fatta a sopravvivere a questa pandemia virale che sembra un uragano e che coinvolge il mondo.

Per salvaguardare la salute di tutti e rallentare la diffusione del virus, oltre che seguire queste semplici regole, è importante che tutti noi aiutiamo le nostre difese immunitarie. Possiamo farlo con l'alimentazione avendo cura di assumere antiossidanti, omega 3, probiotici per aiutare la nostra flora intestinale.

E’ importante assumere una buona dose vitamina D3, vitamine e minerali in generale, elementi che potenziano le difese e riducono lo stress causato da allarmismo e paura. Lo stress infatti, di qualunque tipo sia, compromette il nostro sistema immunitario attivando patologie autoimmuni, e compromette pure il nostro metabolismo, con conseguenze che riguardano anche il sistema nervoso centrale disturbi del sonno e sulle capacità di adattamento e di sopportazione.

Lo stress è quella condizione che tiene in tensione continua la “corda” del nostro organismo: non importa quale sia il materiale di cui è fatta, se è continuamente tesa oltre il suo grado di sopportazione, prima o poi si sfilaccerà e si romperà nel suo punto più debole.

Virus e Coronavirus

Il trattamento delle malattie infettive sta attualmente affrontando una crisi. Se da un lato la diffusa resistenza agli antibiotici ha ridotto le opzioni terapeutiche contro i patogeni batterici, dall’altra esiste una significativa minaccia da agenti patogeni virali riemergenti, in evoluzione. Si tratta nella maggior parte dei casi di virus RNA trasmessi attraverso la via mucosa o respiratoria che si manifestano come malattie respiratorie. Questo tipo di virus può causare una vasta gamma di disturbi polmonari che vanno da lievi infezioni del tratto respiratorio superiore a patologie più gravi potenzialmente letali, tra cui bronchiolite, polmonite e sindrome da distress respiratorio acuto.

Nell'uomo i comuni coronavirus provocano infezioni respiratorie spesso di lieve entità come il raffreddore, ma in qualche caso possono causare anche polmoniti virali.

I Coronavirus umani conosciuti oggi sono 7, i primi quattro sono molto comuni e sono conosciuti anche come virus del raffreddore, già identificati negli anni 60, mentre gli ultimi 3, i più gravi, sono stati identificati in questi ultimi anni. Si tratta di:

  • SARS-CoV : Coronavirus Beta che ha causato la Severe Acute Respiratory Syndrome del 2002, epidemia partita dalla Cina che ha infettato circa 8.100 persone, provocando una mortalità del 9,5%; 
  • MERS-CoV: Coronavirus Beta che ha causato la Middle East Respiratory Syndrome nel 2012, epidemia partita dall'Arabia Saudita che ha infettato circa 2.500 persone e provocato una mortalità del 35%;
  • CoVID-19: nuovo Coronavirus della fine 2019 che sta causando una sindrome respiratoria acuta grave. L'epidemia-pandemia è partita da Wuhan, una città della Cina, dove ha infettato quasi 100.000 mila persone causando una mortalità stimata finora del 3% , gli aggiornamenti veri gli avremo solo al termine della pandemia.

Il Covid 19 (nuovo Coronavirus della fine del 2019) è una mutazione dei Coronavirus già esistenti, la sua pericolosità sta nel fatto che trattandosi di un virus nuovo, il nostro sistema immunitario non è in grado di riconoscerlo e di difendersi, subendo cosi un attacco che diventa particolarmente violento e pericoloso nei soggetti immunologicamente deboli o immunodepressi. Le persone più a rischio sono anziani, portatori di patologie croniche importanti, soggetti particolarmente deboli a livello immunitario, cardiopolmonare, renale o metabolico, tuttavia nessuno ne è immune.

Come avviene un'infezione virale o batterica

Per infezione virale o batterica si intende l’invasione e la successiva moltiplicazione di virus o batteri nei tessuti e nel sangue. Affinché insorga un’infezione nell’uomo, la patogenicità del virus o del batterio deve superare le capacità difensive dell’organismo, in caso contrario, i germi vengono distrutti senza danni evidenti per i tessuti. Per generare un’infezione in un organismo sano il microrganismo deve:

  • essere in grado di superare le barriere “esterne” dell’organismo;
  • essere patogeno, ovvero in grado di esercitare un’azione lesiva, ed essere presente in quantità sufficiente da superare la reazione difensiva interna dell’organismo (maggiore è la virulenza, cioè l'aggressività del batterio, minore è la carica batterica necessaria per l’instaurarsi di un’infezione).

La malattia infettiva è dunque l’insieme dei segni e dei sintomi locali e/o generali che derivano da un’infezione batterica, ed è il risultato dell’interazione fra agente microbico e difese dell’organismo. Tuttavia è molto importante chiedersi: che cosa favorisce il contagio?

Tutto dipende dal rapporto tra le capacità difensive dell’organismo e la patogenicità del batterio: se la patogenicità è modesta, ma le capacità difensive dell'organismo sono inferiori a essa, si avrà un’infezione definita di “tipo opportunistico”, ovvero i patogeni assolutamente innocui per i soggetti sani possono provocare infezioni su soggetti le cui difese immunitarie sono indebolite. È il caso per dei soggetti immunodepressi che non riescono a contrastare l’azione patogena anche di modeste cariche infettanti. Se le capacità difensive invece sono uguali alla patogenicità, il soggetto affetto viene definito “portatore sano”. In questo caso i germi patogeni possono persistere inoffensivi in lui e riprodursi (senza comunque raggiungere un numero tale da indurre infezione), anche per un tempo indefinito, nel tessuto. Purtroppo il portare sano rimane il più grande pericolo di contagio per la trasmissione del virus, molto pericoloso per gli immunodepressi.

I fattori di rischio

Per chi si trova già in ospedale, la contemporanea presenza di più fattori predisponenti, unitamente all’elevata concentrazione di soggetti portatori di agenti patogeni (malati), implica un aumento dell’incidenza di infezioni.

I fattori di rischio sono sia generici:

  • Età
  • Malnutrizione
  • Scarse condizioni igieniche
  • Malattie metaboliche (per esempio il diabete)
  • Malattie debilitanti
  • Ambienti affollati

Sia specifici:

  • Trattamenti che riducono le difese organiche (corticosteroidi per via sistemica, radio e chemioterapia oncologica, immunosoppressori o farmaci antirigetto)
  • Trattamenti che alterano la normale flora batterica endogena (antibiotici)
  • Trattamenti diagnostici e terapeutici che possono introdurre microrganismi nelle cavità o nei tessuti corporei (cateteri, interventi chirurgici).

Rafforzare le difese immunitarie è il primo passo

Se soffrite di infezioni ricorrenti o di allergie, sarete già consapevoli di quanto sia importante l’efficienza del sistema immunitario. Lo stesso individuo può talvolta soffrire contemporaneamente di iper e ipoimmunità, poiché le allergie croniche o l’assunzione continua di farmaci possono interferire con la capacità dell’organismo di combattere le infezioni. In primo luogo è bene esaminare il proprio stile di vita e individuare la presenza di fattori che possono interferire con la capacità dell’organismo di combattere le malattie.

I vantaggi di un Check up quantistico in diretta da casa tua

Come per la vostra automobile esiste un test o uno screening che ne rileva i problemi, la buona notizia è che anche per gli esseri umani esiste oramai da circa 20 anni, un Check Up di bioenergetica quantistica, non invasivo, in grado di valutare lo stato psico-fisico di salute di una persona nel suo insieme. Il suo grande vantaggio è la possibilità di essere fatto a distanza ovunque si trovi il cliente, basterà un testimone. Grazie a questa possibilità il cliente, non godrà solo dei benefici del Check Up e del riequilibrio energetico direttamente da casa, ma potrà partecipare al test come se fosse in studio, visualizzando quanto emerge da SCIO e discutendo assieme al professionista di bioenergetica i valori dei test.

L'analisi energetica che emerge dal Check up, valuta il tuo stato energetico psico-fisico: se sei carente di vitamine o minerali, se hai disturbi di assorbimento, se è presente tossicità da metalli pesanti o farmaci, eventuali allergie o intolleranze alimentari, come funziona il tuo metabolismo, se sono presenti patogeni (funghi, parassiti, batteri, virus), se ci sono squilibri della flora intestinale, acidosi metabolica, quali sono gli organi e i meridiani in squilibrio. Il Check up valuta anche lo stato emotivo: il tuo stato di stress, di ansia, di paura… In pratica evidenzia tutto quello che è prioritario per te. La parte più importante e più funzionale riguarda il riequilibrio energetico. >> Leggi di più

Risposta alle domande più frequenti

  1. Cosa serve per il Check up a distanza? Per eseguire un Check up a distanza è necessario un testimone: una piccola ciocca di capelli o di peli che rappresentino il DNA e una foto. Questo materiale viene posto sulla parte radionica di Scio- Gioia Bertha, e dopo aver inserito i dati del cliente si può procedere al test.

  2. Quali sono le differenze rispetto al Check up in studio? Nessuna. Il risultato dell'analisi energetica e del riequilibrio sono identici, questo è il grande vantaggio della bioenergetica quantistica: con le nuove tecnologie di comunicazione, con una videochiamata in skype e condividendo lo schermo, l'utente può seguire, stando comodamente in poltrona, tutta l'analisi e comunicare in diretta con il professionista.

  3. Quali sono i vantaggi del Check up a distanza? Per chi è lontano dal nostro studio il vantaggio è enorme, nessuno stress di spostamento, una riduzione importante delle spese di viaggio e dei rischi di spostamento. Il fatto di essere più rilassati comporta per molti un miglior risultato del riequilibrio, soprattutto per chi è ansioso o ha difficoltà ad affrontare un viaggio. Ma soprattutto in questo momento di pandemia Covid-19 dove dobbiamo stare a casa.

  4. Ricevo qualcosa dopo il test? Dopo il Check up e riequilibrio energetico viene inviata via mail l'analisi energetica che contiene un sunto di quanto emerso. Il documento è completo anche dei fiori di Bach, dei chakra in squilibrio, delle intolleranze energetiche alimentari, riporta la carenza di vitamine o di minerali, la presenza di tossicità da metalli pesanti, squilibri energetici di organi e squilibri ormonali, lo stato energetico emotivo e la componente psicosomatica, ma anche i rimedi naturali testati che rispondono al meglio, come la nutripuntura (l'agopuntura senza aghi) ecc.

  5. Quanto investo per la mia salute? Il Check up e riequilibrio energetico a distanza hanno una durata di circa 60 minuti e l'investimento è di 130,00 euro. Scopri qui come funziona il check up a distanza.
Informazioni e contatti

Per maggiori informazioni e/o per prenotare il tuo Check up quantistico contattaci via email oppure ai numeri: 049.8910706 (Segreteria) • Mobile: 335.6745856 (Luigina Bernardi). 

Gli orari della segreteria sono: lunedì – venerdì ore 9:30 – 12:30, 14:30 – 19:00; sabato ore 9:00 – 17:00. Saremo lieti di aiutarti. L’Operatore olistico in bioenergetica che esegue il check up, con una esperienza di quasi 20 anni in questo settore, è Luigina Bernardi ed è una professionista ad indirizzo energetico iscritta alla Siaf n° V1785P-OP disciplinata dalla legge 4/2013.

Bibliografia ed altre fonti
  • “Tutto il corpo in piena salute” di Michael T. Murray, Edizioni Red 2002;
  • “Lunga vita al sistema immunitario” di Paolo Giordo, Scienza e Conoscenza n. 50;
  • “Manuale di Nutripuntura Fisiologia e informazione cellulare” di Patrick Vèret e Yvonne Parquer, Edizione Tecniche Nuove 2007
Altri articoli che potrebbero interessarti

Nota bene:
La biorisonanza energetica quantistica non si sostituisce alla medicina convenzionale.

Le informazioni qui riportate sono solo a titolo informativo, non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social con i tuoi amici