Sistema immunitario

Come rafforzare il sistema immunitario in modo naturale

Come si può proteggere e rafforzare il proprio sistema immunitario al meglio? Qual è la prevenzione più efficace per mantenerlo in salute? Oltre allo stress e allo stile di vita poco equilibrato, nell’ultimo secolo le profonde modificazioni ambientali hanno messo a dura prova un meccanismo che sembrava perfetto. La comparsa e l’aumento vertiginoso delle patologie autoimmuni lo dimostrano inequivocabilmente. In quest’articolo tante informazioni su come rafforzare le nostre difese immunitarie in modo naturale.

Le sue funzioni

Possiamo definire il sistema immunitario come la rete complessa di identificazione, reazione e difesa del nostro organismo da sostanze e microrganismi percepiti come estranei e pericolosi. Quando funziona correttamente, esso dispone di un arsenale in grado di combattere i “nemici” che attaccano l’organismo, continuamente esposto a batteri, virus e funghi. Si tratta di sostanze presenti ovunque: nel cibo che ingeriamo, nell’aria che respiriamo, in tutto ciò che tocchiamo o annusiamo. Il suo funzionamento interessa i meccanismi più complessi dell’organismo, e, nonostante i continui attacchi, la maggior parte degli individui si ammala di rado proprio grazie all’efficienza delle proprie difese immunitarie.

Una scarsa funzionalità del sistema immunitario (ipoimmunità) comporta non solo maggiore vulnerabilità alle infezioni, ma può anche spianare la strada all’insorgenza di un tumore. Occorre ricordare anche che il sistema immunitario in particolari condizioni rischia di distruggere l’organismo, condizione conosciuta come iperimmunità che si verifica per esempio in caso di allergie (specialmente asma) e malattie come artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico e sclerosi multipla.

Cosa lo indebolisce

Stanchezza fisica e mentale, gocciolamento nasale, infezioni alla gola, herpes labiale, vescicole febbrili, linfonodi ingrossati, lesioni che impiegano molto tempo a guarire, tendenza a contrarre facilmente l’influenza o raffreddori, gengive infiammate o sanguinanti, lento recupero da raffreddori o influenza ecc., sono sintomi di un sistema immunitario debole. Correggere gli stili di vita non idonei, rappresenta il punto di partenza per ritrovare il benessere.

Ippocrate, considerato il padre della medicina occidentale, era convinto che la salute del corpo e della mente non potesse prescindere da una serie di elementi in equilibrio come il luogo in cui viviamo, il cibo che mangiamo, il movimento fisico che facciamo (consono all’età), l’acqua che beviamo. Esistono infatti molti fattori che indeboliscono le nostre difese, principalmente si tratta di:

  • uso indiscriminato di antibiotici e farmaci
  • alimentazione scorretta
  • stress e ansia
  • uso e abuso di alcol e fumo
  • sedentarietà
  • inquinamento ambientale.

Antibiotici e farmaci

La scoperta degli antibiotici ha indubbiamente rivoluzionato i trattamenti convenzionali delle infezioni batteriche ma, con il tempo, si è sempre più evidenziato come causi depressione del sistema immunitario. L’antibiotico, depauperando la flora batterica intestinale, espone il sistema immunitario a un’aggressione diretta che risulta molto più impegnativa da contrastare.

Alimentazione

Le carenze nutrizionali sono in assoluto la causa più comune dell’indebolimento delle difese dell’organismo; la mancanza di anche un solo nutriente può infatti danneggiare seriamente il sistema immunitario. Questo aspetto interessa non soltanto gli individui che vivono in condizioni precarie, ma anche le popolazioni più ricche, che consumano alimenti ad alto contenuto calorico ma povero di nutrienti, trasformando la sovralimentazione in malnutrizione. Tutti gli alimenti che ingeriamo, soprattutto quelli adulterati, inquinati, raffinati, pieni di additivi alimentari, influiscono profondamente sulla nostra immunità naturale e acquisita. Per ovviare a questo problema molti cibi sarebbero da evitare come, ad esempio, la carne in eccesso (specie quella di animali trattati con ormoni e antibiotici) le bevande zuccherate, i cereali raffinati e i latticini in eccesso. Tutti questi cibi, oltre a contribuire a una iperacidificazione dell’organismo, creano anche uno squilibrio ormonale, metabolico e immunitario.

Stress e ansia

Uno stress prolungato, l'ansia, le preoccupazioni sono i nemici della nostra salute. Il nostro cervello infatti reagisce agli stati di tensione emotiva producendo grandi quantità di cortisolo il quale, nel lungo periodo, finisce con l'indebolire le difese immunitarie. 

Inquinamento ambientale

Il carico di tossine ambientali alle quali siamo esposti negli ultimi anni danneggia in maniera importante il nostro sistema immunitario. I vari contaminanti si accumulano nei nostri tessuti e il loro numero sale in continuazione, cosicché varie centinaia di sostanze tossiche, tra le quali diversi metalli pesanti, danneggiano progressivamente le nostre difese rendendoci più deboli.

Ritrovare le buone abitudini

Salvaguardare le nostre difese immunitarie è facile e difficile allo stesso tempo: facile perché la natura ci ha sempre indicato le vie più semplici e le condizioni idonee per raggiungere e mantenere la salute, difficile è che noi le ignoriamo sistematicamente.

Per rafforzare le priorie difese immunitarie è bene:

  • evitare il ricorso compulsivo e prolungato ai farmaci, da banco e non, per qualsiasi tipo di dolore o problema;
  • adottare buone abitudini alimentari sin dalla più tenera età, dieta con larghissimo uso di frutta e verdura fresca, cruda e biologica;
  • fare attività fisica;
  • mantenersi in equilibrio emozionale;
  • integrare micronutrienti (vitamine, selenio, zinco, glutatione) e funghi medicinali che attivano le difese;
  • adottare una corretta esposizione al sole per sintetizzare al meglio l’importantissima vitamina D la cui carenza è molto più diffusa di quanto si possa pensare.

La medicina quantistica e il riequilibrio in biorisonanza offrono un notevole aiuto per individuare i fattori che possono interferire con la capacità dell’organismo di combattere le malattie e mantenersi in equilibrio.

Bibliografia ed altre fonti
  1. “Tutto il corpo in piena salute” di Michael T. Murray, Edizioni Red 2002;
  2. “Lunga vita al sistema immunitario” di Paolo Giordo, Scienza e Conoscenza n. 50;
  3. “Manuale di Nutripuntura Fisiologia e informazione cellulare” di Patrick Vèret e Yvonne Parquer, Edizione Tecniche Nuove 2007.
Altri articoli che potrebbero interessarti